Un giovane controcorrente ai tempi della crisi della famiglia e della società

fv1Questo volume narra della vita santa e della morte eroica di un giovane cattolico al quale non fu perdonato di essersi impegnato a dare testimonianza di fede cristiana nella formazione di una famiglia e nell’esercizio della professione.

Accusato ingiustamente di aver usato violenza, come commissario di Pubblica Sicurezza, nei confronti degli anarchici, Luigi Calabresi, dopo aver subito per anni una spietata campagna da calunnie, alla fine fu assassinato da un commando di rivoluzionari che nel 1972 gli spararono alle spalle sotto casa.

Di lui ha scritto san Giovanni Paolo II: «Generoso servitore dello Stato, fedele testimone del Vangelo, costante nella dedizione al proprio dovere pur fra gravi difficoltà e incomprensioni, esempio nell’anteporre sempre all’interesse privato il bene comune».

Read More

Lascia una Risposta

*